Il progetto

All Inclusive Sport è nato  a DarVoce nel 2014, dalla richiesta di alcune associazioni di volontariato del territorio che si occupano di disabilità (Genitori per l’Inclusione Sociale, Valore Aggiunto, Fa.Ce.) e che nutrono un desiderio comune: promuovere una comunità inclusiva, aperta e accogliente che garantisca il diritto delle persone con disabilità a partecipare alla pratica sportiva, come previsto dall’Articolo 30 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, nonostante le molteplici barriere fisiche e culturali persistenti nella società.

Si sviluppa così un progetto sperimentale di inclusione dei ragazzi con disabilità nelle società sportive tradizionali, con tre obiettivi:

  • creare un’alternativa alle attività pomeridiane riservate unicamente ai disabili
  • creare le condizioni perché i giovani con disabilità possano praticare sport insieme ai coetanei
  • promuovere la cultura dell’inclusione anche in ambito sportivo

All Inclusive Sport ha incontrato nel tempo l’interesse di tanti altri soggetti del territorio che si occupano di sport, salute e disabilità: ognuno di loro ha portato il proprio prezioso contributo ed è entrato a far parte di un’ampia rete multidisciplinare, che oggi rappresenta il grande valore aggiunto del progetto.

Nel 2016, All Inclusive Sport ha terminato la fase sperimentale e ha definito un format che mira a dare ai ragazzi con disabilità un’occasione di integrazione con i coetanei attraverso lo sport.

Grazie ai risultati raggiunti, il progetto prosegue negli anni,

sostenendosi grazie a donazioni pubbliche e private.